buruma166_BRENDAN SMIALOWSKIAFP via Getty Images_trump pence hats Brendan Smialowski/AFP via Getty Images

The Year Ahead 2021

Superare il Trumpismo

NEW YORK – Butler è una piccola città siderurgica a nord di Pittsburgh, in Pennsylvania, con una popolazione di 13.000 abitanti. Qui Donald Trump è popolare. Una cittadina, Nadine Schoor, 63 anni, ha espresso i propri sentimenti per il presidente al New York Times. “Guardo il presidente Trump”, ha dichiarato, “e noi siamo la famiglia - il paese è la famiglia ... E lui è il genitore. Ha tanto amore, un amore forte, e non gli importa quello che pensano gli altri se deve fare qualcosa che per lui è giusto fare”.

Sondaggisti, democratici e liberali in generale hanno ancora una volta sottovalutato l’entusiasmo e la forza numerica dei sostenitori di Trump come Schoor. Mentre Joe Biden vince per un soffio, ci sono milioni di persone che si sentono - e hanno votato - allo stesso modo: Trump è “uno di noi”, un padre e un salvatore.

La sottovalutazione di questi elettori, e la compiacente convinzione che una frana Biden fosse quasi scontata ha rivelato il crescente divario tra l’America urbana, istruita, più o meno progressista e l’America rurale e operaia. Come altri partiti progressisti del mondo occidentale, il Partito Democratico un tempo rappresentava gli interessi della classe operaia – soprattutto la classe operaia bianca, ma spesso anche i lavoratori di colore. I Repubblicani rappresentavano gli interessi delle grandi società e delle classi più ricche.

To continue reading, register now.

As a registered user, you can enjoy more PS content every month – for free.

Register

or

Subscribe now for unlimited access to everything PS has to offer.

https://prosyn.org/5XXEMFFit