rudd14_getty Images_recovery Getty Images

La ripresa ha bisogno degli aiuti allo sviluppo

SUNSHINE COAST – All’inizio dell’anno, mentre il Covid-19 devastava la città cinese di Wuhan e cominciava ad assediare l’Occidente, avevo segnalato il rischio che la crisi si replicasse in gran parte del mondo in via di sviluppo, con importanti conseguenze a lungo termine per tutti noi. Purtroppo, tale previsione si è rivelata corretta.

Da metà ottobre, l’India si avvia a superare gli Stati Uniti come il paese con il più alto numero di casi Covid-19, mentre l’America Latina ha registrato più decessi di qualunque altra regione al mondo. La Banca mondiale avverte che, solo quest’anno, la pandemia potrebbe precipitare in una condizione di povertà estrema circa 50 milioni di persone in Asia e 30 milioni in Africa. Se così sarà, si tratterà della prima volta in oltre vent’anni che il tasso globale di povertà estrema aumenta.  

La crisi legata alla pandemia ha, inoltre, accelerato altri preoccupanti cambiamenti già in corso, come l’escalation delle tensioni tra Usa e Cina, un crescente protezionismo e una ripresa ad alto tenore di carbonio che minaccia di farci retrocedere nella lotta al cambiamento climatico. Tutti questi trend rischiano di rendere gli obiettivi dell’agenda di sviluppo pre-pandemia ancora più difficili da realizzare. 

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

or

Register for FREE to access two premium articles per month.

Register

https://prosyn.org/aVoMk1Uit