taylor10_FREDERIC J. BROWNAFP via Getty Images_schoolcoronavirussocialdistance Frederic J. Brown/AFP via Getty Images

La possibilità di scegliere la scuola è l’unica opzione

STANFORD – Dopo anni di proteste per un cambiamento nel sistema dell’istruzione statunitense, la pandemia del Covid-19 sta diventando un catalizzatore per un miglioramento del sistema. Il divario nell’ambito dell’istruzione in America, in particolar modo per i gradi K-12 (ovvero dalla scuola primaria alla secondaria), è ora chiaramente visibile a tutti. Le disparità in termini di qualità e accesso all’istruzione sono una delle principali cause delle disuguaglianze economiche, sociali e razziali che stanno alimentando i disordini sociali da Austin a Oakland fino a Portland e Seattle. Che provengano da quartieri improveriti delle città o dalle periferie, gli americani meno istruiti sono i più colpiti dalla pandemia e dalle relative conseguenze economiche.

Fortunatamente, l’economista Thomas Sowell (mio collega presso l’Hoover Institution) ha proposto una soluzione. Nel suo nuovo libro Charter Schools and Their Enemies, Sowell dimostra che le scuole con maggior autonomia e flessibilità rispetto alle scuole tradizionali stanno riuscendo a diminuire il divario educativo garantendo ciò che è urgentemente necessario, ovvero una scelta, un’opportunità e competizione.

L’attenta analisi dei dati fatta da Sowell, già disponibile prima dello scoppio della pandemia, dimostra che gli studenti che frequentano scuole paritarie, gestite da privati ma finanziate con fondi pubblici, come la Success Academy a New York, ottengono un ottimo punteggio sui test di raggiungimento degli standard rispetto alle scuole pubbliche tradizionali. Il libro contiene risme di prove convincenti presentate in uno stile eccellente e chiaro in più di 90 pagine di tabelle.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

or

Register for FREE to access two premium articles per month.

Register

https://prosyn.org/qLNCb5Fit